-              

La Storia



La Storia
Alle origini della storia della Maratona d'Italia memorial Enzo Ferrari troviamo la leggenda di Dorando Pietri, protagonista dell'Olimpiade di Londra del 1908, e l'esempio agonistico vissuto nella tradizione locale, grazie alle attività svolte dalle società sportive "La Patria", "Atletica Cibeno" e "A.S. Maratona d'Italia". La Maratona d'Italia memorial Enzo Ferrari nasce nel 1989, con un'idea vincente ossia l'abbinamento ad una lotteria nazionale, che avvenne per la prima volta nel 1991; successivamente, è stata abbinata per cinque volte a lotteria europea, raggiungendo il record di vendite nel 1995, con 4.800.000 di biglietti venduti. Da allora la Maratona d'Italia memorial Enzo Ferrari è cresciuta notevolmente, migliorandosi edizione dopo edizione, fino ad essere oggi una delle maratone italiane meglio organizzate, grazie ad uno staff molto efficiente, assicurando alla manifestazione una consolidata serietà organizzativa e la massima competenza. Nel 1998 inizia la collaborazione con Piero Ferrari, i Comuni di Maranello, Formigine, Modena, Soliera, Carpi, Provincia di Modena, Regione Emilia Romagna e l'Accademia Militare di Modena. Grazie a questa intesa, dal 1999 la Maratona d'Italia memorial Enzo Ferrari parte a Maranello e, attraverso un nuovo percorso che abbraccia l'intera provincia di Modena, termina a Carpi. L'intento è quello di ricordare ogni anno, anche nell'atletica, Enzo Ferrari, che torna in questa occasione al suo "primo amore sportivo", se è vero che fu anche praticante di atletica prima di diventare la legenda dell'automobilismo. La costante ricerca di rinnovamento, spinge gli organizzatori ad inserire nell'ottobre 2001 la "Skating Marathon", corsa, sullo stesso tracciato della maratona, in simultanea, riservata ad atleti con pattini, skirolls, in-liners; il grande successo riscosso da questo nuovo evento sportivo, porta la Federazione Internazionale di pattinaggio ad assegnare alla terza edizione della Skating Marathon, la COPPA DEL MONDO FIRS 2003.
E’ del 2003 la nascita della Granfondo e Mediafondo di ciclismo, i cui percorsi si snodano in parte su quello della gara podistica. L’alta partecipazione decreta già alla prima edizione il successo di queste nuove manifestazioni. Un successo riconosciuto dalla Federazione Ciclistica Italiana che già nel 2004 assegna alle “neonate” gare di ciclismo l’ultima prova del campionato Italiano FCI.
Continua così la rinomata tradizione nell’organizzazione di grandi eventi sportivi che portano anche ad accrescere la qualità vita, sotto tutti i punti di vista: sociale, culturale, umano, sportivo.... Sono questi gli ingredienti per un importante happening sportivo, lungo un intero week end, dove la presenza e l’impegno della RAI divengono negli anni sempre più intensi e rilevanti.


Domenica 14 ottobre 2012 si disputerà la XXV edizione della Maratona d’Italia.
Iscrizioni dal 12 dicembre 2011. Numerose le novità per celebrare insieme il 25° compleanno di una delle Maratone più amate d’Italia, in modo particolare i nuovi percorsi che, per esigenze organizzative, subiranno delle modifiche rispetto alle precedenti edizioni. Rimangono invariati comunque gli arrivi della Mezza Maratona a Modena, della 30km a Soliera (MO) e della Maratona a Carpi.

All’interno della manifestazione, si correrà come di consueto anche la Mezza Maratona con arrivo a Modena
Segnaliamo anche la 3a edizione della 30 km nella stessa giornata con arrivo a Soliera, Castello Campori.

Quella di del 2011 è stata la Maratona d’Italia dei record: 2414 gli atleti arrivati al traguardo nelle varie gare; lo scorso anno erano stati 1947.
Vince la Maratona d’Italia edizione 2011 il 23enne keniano Nikson Kurgat, che taglia il traguardo in 2h08’36”, migliorando di 24” il tempo con cui aveva vinto lo scorso anno il suo connazionale Paul Kosgei Malakwen. Kurgat ha anche stabilito il miglior tempo del 2011 in una maratona italiana. Secondo classificato Betram Kimutai Keter con 2h09’27”, terzo l’etiope Belete Mekonen Gezu in 2h10’34”.
La gara femminile è stata vinta dalla 23enne etiope Deriba Godana Gebissa in 2h32’22”. Secondo gradino del podio per Eliana Patelli (2h36’18”), la 33enne bergamasca ex pallavolista. Terza la russa Venera Sarmosova in 2h36’50”.
La Maratona d’Italia nasce nel 1989. Nel 1991 è abbinata ad una lotteria nazionale e, successivamente, alla lotteria europea, raggiungendo il record di vendite nel 1995 con 4.800.000 di biglietti venduti. Da allora la Maratona d’Italia è cresciuta notevolmente, migliorandosi edizione dopo edizione. Nel 1998 inizia la collaborazione con Piero Ferrari, i Comuni di Maranello, Formigine, Modena, Soliera, Carpi, Provincia di Modena, Regione Emilia Romagna e l’Accademia Militare di Modena. Grazie a questa intesa, dal 1999 la Maratona d’Italia parte a Maranello presso la più prestigiosa casa automobilistica di Formula 1, attraverso un nuovo percorso che abbraccia l’intera provincia di Modena. L’intento è quello di ricordare ogni anno Enzo Ferrari, che fu anche praticante di atletica prima di diventare la legenda dell’automobilismo.
La costante ricerca di rinnovamento, spinge gli organizzatori ad inserire nel 2001 la “Skating Marathon ”, corsa parallela alla maratona riservata adi pattinatori. Il grande successo riscosso da questo nuovo evento sportivo,porta la Federazione Internazionale di pattinaggio ad assegnare alla terza edizione della Skating Marathon, la COPPA DEL MONDO FIRS 2003.
E’ del 2003 la nascita della Granfondo e Mediafondo di ciclismo, i cui percorsi si snodano in parte su quello della maratona.

Ricordiamo infine che PER TUTTE LE GARE pettorale e chip e sacca premio si ritirano a Carpi, presso l'Expo Maratona.

 

 





fotografie in buona risoluzione e personalizzate




Video presentazione percorso Maratona
 
 

Cerca nel sito